Esegui ricerca

 
 
 
Menu

 

Notizie
Automation, Gruppo

Nuova partnership tra Camozzi Group e Università di Brescia per il Master di 1° livello in “Automazione sostenibile e intelligente”

di lettura
19 novembre 2019

Il Master è la prima di una serie di  iniziative previste dall’accordo quadro pluriennale firmato nello scorso ottobre che stabilisce il supporto dell’Università all’Academy del Gruppo Camozzi.

Mar 19 Nov -

Brescia, 19 Novembre 2019 – E’ stato siglato oggi l’accordo fra Camozzi Group e l’Università degli Studi di Brescia, per la realizzazione congiunta di un Master di 1° Livello in “Automazione Sostenibile e Intelligente”. L’accordo è stato firmato dal Prof. Maurizio Tira, Rettore e da Lodovico Camozzi, Presidente del Gruppo.

L’Università degli Studi di Brescia, nell’ambito della propria offerta formativa di alta specializzazione, e Camozzi Group, nell’ambito della propria Academy, procederanno all’istituzione di un Master finalizzato a fornire conoscenze e competenze caratterizzanti la nuova era della fabbrica intelligente e sostenibile, con particolare riferimento alla filiera dei materiali innovativi - anche indirizzati all’utilizzo su sistemi di prototipazione rapida e per l’efficientamento, ai sistemi di controllo innovativi, ai metodi di misura e monitoraggio della macchina e alla componentistica per l’automazione intelligente.

Il Master si avvarrà delle strutture didattiche dell’Università e delle competenze tecniche e pratiche dell’Academy Camozzi e consolida un rapporto di proficua partnership fra le due entità, che ha permesso a numerosi laureati dell’Università di entrare e diventare fra i collaboratori più attivi all’interno del Gruppo.

Il Master, inserito nell’offerta formativa della Scuola di Alta Formazione SMAE dell’Università degli Studi di Brescia, sarà attivato presso il Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Industriale e sarà coordinato dal Direttore Prof. Rodolfo Faglia, affiancato dagli altri due membri del Consiglio Direttivo: il Prof. Claudio Carnevale (Università degli Studi di Brescia) e il Dott. Marco Chiodo (Camozzi Automation S.p.a).

Il Gruppo Camozzi è fra i protagonisti mondiali nel settore della componentistica per l’automazione e ha ingenti progetti di ricerche riguardanti la smart automation, l’efficientamento energetico e l’utilizzo di materiali innovativi.  La ricerca continua e lo sviluppo tecnologico, alla base della strategia aziendale, si avvalgono del supporto di MARC, il Mechatronic Application Research Center, interamente dedicato alla ricerca tecnologica, e di Camozzi Digital, realtà in grado di combinare competenze industriali e digitali offrendo prodotti e servizi ad alto valore aggiunto.

Il Master

Il Master è strutturato secondo la normativa nazionale e i regolamenti dell’Università degli Studi di Brescia ed è a pieno titolo un Master di I° livello valido a livello internazionale  a cui sono attributi 60 crediti formativi.

Al via il prossimo marzo, avrà una durata di 12 mesi, per un totale di 1.500 ore di cui 450 di stage sviluppate all’interno dei centri di ricerca o aziende del Gruppo Camozzi,  ed è rivolto a 20 studenti neolaureati (con laurea sia triennale sia magistrale).

La materie di studio e approfondimento pratico del Master sono: Componentistica per l’automazione industriale (modulo svolto da professionisti della Camozzi Academy), Additive manufacturing, Sistemi e model based design, Materiali polimerici e elastomerici (gomme plastiche), Advanced materials, Intelligenza artificiale, Manutenzione predittiva ed analisi dell’efficienza e Efficientamento / Gestione degli impianti.   

Alla fine del Master il Gruppo Camozzi fornirà ad alcuni studenti una proposta di collaborazione presso uno dei Centri di Ricerca/Uffici tecnici di Camozzi o di società del Gruppo.

Il Gruppo Camozzi ha sviluppato negli anni la propria Academy con l’obiettivo di accompagnare l’evoluzione e la crescita del Gruppo nel mondo attraverso la creazione di progetti di formazione interna innovativi e che permettano ai collaboratori del Gruppo di essere sempre all’avanguardia nella rapida e continua evoluzione tencologica nei settori in cui opera. L’Academy inoltre permette di illustrare e condividere con tutti gli stakeholder del Gruppo gli effetti che la quarta rivoluzione industriale sta producendo nella manifattura globale e le principali tecnologie che si stanno sviluppando (dall’Intelligenza artificiale alla totale digitalizzazione e interconnessione delle catene del valore produttive e distributive globali).   

La formazione è un elemento competitivo centrale all’interno del Gruppo, che sviluppa programmi dedicati per tutti i collaboratori attraverso formazione in aula, corsi di e-learning e di training on the job.

Maurizio Tira, Rettore dell’Università di Brescia, ha dichiarato: Il nuovo master di I livello in “Automazione sostenibile e intelligente” è caratterizzato da un forte orientamento all’innovazione tecnologica in ambiti attinenti alle attività di ricerca e formazione della nostra Università, in particolare dei Dipartimenti di Ingegneria dell’Informazione e di Ingegneria Meccanica e Industriale, testimoniato dai numerosi progetti finanziati, dai corsi di laurea e dalle iniziative di terza missione in ambito Industria 4.0 e manifattura intelligente. L’obiettivo del master è la formazione di professionisti competenti e in linea con i cambiamenti tecnologici e organizzativi dei sistemi produttivi, ma anche lo sviluppo di modelli di strategia imprenditoriale innovativi e sostenibili, che rafforzino il legame con il territorio”.

Lodovico Camozzi, Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo Camozzi, ha dichiarato: “Siamo molto lieti di aver sottoscritto questo importante accordo di partnership e formazione con l’Università di Brescia che tutti gli anni prepara nuovi ragazzi alle profonde trasformazioni che la rivoluzione industriale sta imponendo in tutto il mondo. Grazie a questo accordo i ragazzi avranno l’opportunità di lavorare nel nostro Centro Ricerche di Milano, Via Rubattino, che rappresenta il cuore della R&S e della Formazione  del nostro Gruppo e dove è possibile effettuare sperimentazione di particolari macchine automatiche, massimizzando l'impiego della robotica collaborativa all'interno delle nostre linee di produzione, nonché lo studio e la caratterizzazione del processo di additive manufacturing. Sono certo che questa partnership ci permetterà di formare nuovi talenti e progetti innovativi di portata globale”.