Esegui ricerca
 
 
 
Menu
Notizie
Gruppo, Machine Tools

Ingersoll Machine Tools produrrà la struttura del più grande telescopio al mondo

di lettura
30 ottobre 2019

Ingersoll Machine Tools, ha siglato un accordo con GMTO Corporation per la realizzazione del primo telescopio terrestre di nuova generazione (Magellan) che avrà una potenza visiva dieci volte superiore a quella dei maggiori telescopi odierni.

Il Giant Magellan Telescope (GMT), che sorgerà nel deserto del Cile, è frutto della collaborazione scientifica di 12 fra le principali università e istituti scientifici del mondo e inizierà ad operare nel 2029.

Ingersoll Machine Tools che ha sede nell'Illinois (USA) produrrà la colossale struttura di acciaio di precisione pesante 1.300 tonnellate che sosterrà e garantirà il movimento senza attriti della struttura ottica. L'investimento pari a 135 milioni di dollari è il più grande realizzato ad oggi da GMTO (l’ente che promuove la realizzazione del telescopio). 

Giant Magellan Telescope rivoluzionerà la comprensione e la visione dell’universo: studierà i pianeti oltre il sistema solare e favorirà la ricerca cosmologica e la conoscenza dei buchi neri e dell’energia oscura. Il GMT potrebbe realizzare scoperte che cambieranno per sempre la nostra visione dell’Universo.

Lodovico Camozzi, Presidente e Amministratore delegato di Camozzi Group, ha dichiarato: “Siamo felici di lavorare per creare un apparato scientifico esclusivo e rivoluzionario per lo studio del cosmo profondo. Il progetto riempie di orgoglio e motiva tutti noi di Camozzi ed è un importante riconoscimento alle tecnologie più avanzate del nostro gruppo. Siamo inoltre soddisfatti di essere stati prescelti in una competizione fra i gruppi più importanti a livello internazionale”.    

Ingersoll Machine Tools produrrà, assemblerà e testerà il meccanismo di precisione di acciaio che dovrà sostenere la parte ottica e gli specchi del GMT e che seguirà il movimento dei corpi celesti. MT Mechatronics sarà responsabile invece della progettazione, della meccanica e del sistema di controllo del telescopio.

“Abbiamo scelto Ingersoll Machines Tools e MT Mechatronics per la loro la grande specializzazione nella produzione di complesse strutture di precisione e nell’eccellenza dimostrata nella realizzazione qualitativa e temporale, dopo due anni di competizione a livello globale," ha aggiunto il dott. James Fanson, Manager di Progetto di GMTO.

La struttura del telescopio manterrà in posizione i sette specchi giganti del GMT. Gli specchi, i più grandi al mondo, sono realizzati al Richard F. Caris Mirror Lab dell’Università di Arizona. La struttura del telescopio completa di specchi e di tutta la strumentazione peserà 2.100 tonnellate e galleggerà su un film d’olio spesso solo 50 micron, che ne garantirà il movimento senza attrito per compensare la rotazione terrestre e seguire i corpi celesti. Questa tecnologia idrostatica applicata a tali strutture è stata brevetta da INNSE, azienda del Gruppo Camozzi.

“Sarà un giorno speciale quando la struttura del GMT sarà completata e posizionata in Cile, in uno dei progetti più complessi e affascinati per la comunità scientifica mondiale” ha detto Chip Storie, CEO di Ingersoll Machine Tools.

L’Ente GMTO gestisce il progetto GMT per conto dei suoi fondatori internazionali:

Arizona State University, Astronomy Australia Ltd.The Australian National UniversityCarnegie Institution for ScienceFundação de Amparo à Pesquisa do Estado de São PauloHarvard UniversityKorea Astronomy and Space Science InstituteSmithsonian InstitutionTexas A&M UniversityThe University of ArizonaThe University of Chicago, e The University of Texas at Austin.

Risorse